• FacebookLogo
  • Instagram
 

IMG 3646

Una schiera di 500 chierichetti (e circa un centinaio tra parroci, cappellani, catechiste, accompagnatori e genitori), tutti con le vestine addosso, portando cartelloni o striscioni con il nome della propria parrocchia, ha colorato e riempito le vie di Vittorio Veneto lo scorso giovedì 24 aprile.

Il motivo? L’annuale Festa diocesana dei chierichetti, che in quest’occasione è divenuta un pellegrinaggio dalla centrale Piazza del Popolo fino a Piazza Giovanni Paolo I, dove i chierichetti si sono incontrati con il vescovo Corrado, che è per la nostra diocesi il successore degli apostoli, e con lui hanno celebrato la S. Messa nella Chiesa Cattedrale. Nell’omelia il vescovo ha lasciato a tutti tre messaggi, tre consegne: ascoltare la testimonianza degli apostoli (nella Scrittura o attraverso la parola di chi ne è successore), per divenire anche noi apostoli come loro, cioè – ed è la terza – testimoni del Signore Risorto, annunciatori gioiosi della sua Pasqua, con il proprio servizio e negli ambienti di tutti i giorni. Raccontando la sua esperienza personale, il vescovo ha ricordato che proprio così comincia anche la ricerca della propria vocazione: sia quella a sposarsi, sia quella a consacrarsi o a maggior ragione, come gli apostoli, a diventare preti! Sulla stessa linea erano stati i messaggi che i chierichetti avevano ricevuto dai 12 apostoli, incontrati lungo la strada del pellegrinaggio: alcuni brevi appelli vocazionali dei due nuovi santi Papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, che sono stati incollati sui cartelloni/striscioni. D’altronde la figura degli apostoli, l’idea del pellegrinaggio e dell’”incollare” erano gli ingredienti principali del Palio dei chierichetti, che è stato premiato  - come ormai tradizione - al termine della Messa. Al concorso diocesano quest’anno vi hanno partecipato 31 gruppi, per un totale di 37 parrocchie. Molto diverse e creative le opere realizzate, come molto belli sono stati il coinvolgimento dei genitori, il gemellaggio tra alcune parrocchie per il pellegrinaggio e il lavoro a livello di unità pastorali. Ciò ha reso difficile il verdetto della giuria del Seminario che comunque, alla fine, ha dichiarato quinto il gruppo di Vallonto, quarto quello di Mel, terzi i chierichetti di San Rocco in Conegliano, secondi quelli di San Giorgio di LIvenza e primo (con l’assegnazione del Palio) il gruppo di Fregona! Ora il titolo della festa rimane un invito per i gruppi che non hanno partecipato al concorso del Palio o alla festa: “Va’…copia e incolla!” o, molto più semplicemente, vi aspettiamo tutti il prossimo anno!

don Paolo Astolfo

 

Share

Mondo S: Ultimi numeri

 
 
Back to top