ManifestoGdS2015Nel numero de L'Azione di domenica 22 novembre, giornata del Seminario, sono stati pubblicati alcuni articoli in cui le tre comunità del Seminario si raccontano. Li pubblichiamo anche qui.

 

Comunità di Teologia

Ci vogliono molti ingredienti per avere un buon orologio da taschino. Già, ingredienti, perché ogni giovane della Comunità di Teologia ha poco a che fare con lo stridio metallico di un normale componente meccanico. È più che altro un ingrediente vitale, che compone un altrettanto vitale orologio da taschino. Come si sa, il Seminario è anzitutto un tempo. Ed è nel tempo scandito da questo orologio da taschino che dieci giovani, dai diciannove ai ventinove anni, si preparano a rispondere alla chiamata loro rivolta. Cinque di essi facevano già parte negli anni scorsi di questo ingranaggio, mentre altri quattro provengono dall'orologio del campanile turrito di Castello Roganzuolo. Rimane infine il più giovane, che ha inondato il quadrante con i colori sgargianti del Seminario Minore. Nelle giornate scandite tra preghiera, attività pastorali e lezioni allo Studio teologico interdiocesano, ognuno di loro esprime il suo essere ingranaggio peculiare, senza il quale la Comunità sarebbe più povera. Essi non sono gli "ingranaggi" di un normale orologio; essi sono appunto gli ingranaggi di un singolare orologio da taschino. Ciò che determina questa singolarità è il fatto che essi non sono necessariamente complementari e, nonostante questo, tra di loro c'è armonia. In questa danza d'incastri, ciò che garantisce l'armonia è che ogni ingranaggio è sincronizzato con il progetto che il Signore ha per ognuno di loro. Questa è la vera bellezza di un orologio da taschino. Anche i migliori meccanismi rischiano però di stridere. Nel vortice del tempo da scandire, infatti, il rischio è di vivere i rapporti in maniera fredda, meccanica. ln quei momenti si ravvisa dunque necessaria una periodica aggiunta d'olio lubrificante. È la misericordia il segreto di un'armonia sempre fluida e pacificata. Gli educatori poi, in particolare il nuovo animatore don Fabio, fungono da carica per infondere direzione e nuovo coraggio. ll vero segreto dell'orologio della Comunità di Teologia è però il fatto di essere un orologio da taschino. Esso, infatti, è ben custodito come cosa preziosa nel panciotto del suo Signore, vicino al suo cuore. È tale calore che gli impedisce di essere freddo e indifferente, generando così i pastori per la Chiesa del domani.

Share
 
 
 
Back to top